Blog Detail

Presentazione mostra SIA LA LUCE

9 Ott , 2014,
ICM
, , , ,
No Comments

“Sia la Luce”, è la mostra d’arte sacra, che sarà inaugurata il 18 ottobre, alle ore 18, a Castel dell’Ovo, a Napoli, avendo come filo conduttore la bellezza del Sacro e il mistero del profano. Un’iniziativa che si avvale del patrocinio morale dell’Arcidiocesi, della Regione Campania e del Comune di Napoli. L’inaugurazione nel capoluogo partenopeo rappresenta solo la prima tappa di un percorso che porterà le opere dei due artisti nelle più prestigiose e suggestive location espositive in Italia.

sia-la-luce-castel-dell-ovo-700x311

Contenuto e finalità della mostra che collega efficacemente l’arte italiana e brasiliana, verranno illustrati durante la Conferenza stampa indetta per martedì 7 ottobre, alle ore 11, presso l’Istituto di Cultura Meridionale in Via Chiatamone 63.Interverranno, tra gli altri, gli Assessori alla Cultura della Regione Campania e del Comune di Napoli, Caterina Miraglia e Nino Daniele, e Don Adolfo Russo, Vicario Episcopale per la Cultura dell’Arcidiocesi di Napoli.

Il Cardinale Sepe incontra gli artisti della mostra “Sia la luce” a Donnaregina a Napoli

Due opere degli artisti Carlos Araujo e Silvana Galeone sono state donate al Cardinale di Napoli Crescenzio Sepe in vista della mostra che verrà inaugurata il 18 ottobre, alle ore 18, a Castel dell’Ovo.

Di Carlos Araujo, pittore brasiliano tra i piu’ prestigiosi nel campo dell’arte contemporanea, è stato donatoil quadro “Gesù cura e salva”.Di Silvana Galeone, nota sul piano internazionale, è stato donato un vaso di ceramica simboleggiante l’auspicio di una vera pace tra i popoli.

Sua Eminenza ha molto graditoi doni sottolineando, come già aveva fatto nel concedere il Patrocinio Morale alla Mostra, la necessità di interpretare bene la bellezza del sacro e il mistero del profano.

All’incontro erano presenti i due artisti con il Presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale Gennaro Famiglietti che promuove la mostra, e Padre Giovanni Mancino Presidente dell’Associazione Eurocivitas.

 

FacebookTwitterGoogle+Google BookmarksCondividi