Author Archives: ICM

Giornata di Cultura & Arte

6 Dic , 2017,
ICM
No Comments
Venerdì 1 dicembre alle ore 16.30 si è tenuto presso l’Istituto di Cultura Meridionale, in Via Chiatamone 63, la Giornata di “Cultura e Arte”.
L’Avvocato Gennaro Famiglietti, Presidente dell’Istituto e Console Onorario della Repubblica di Bulgaria, nella splendida cornice dei Saloni di Palazzo Arlotta, ha ospitato diverse personalità di spicco del mondo della cultura, delle arti e delle istituzioni.
Si sono, dunque, succeduti negli interventi S.E. il Cardinale Crescenzio Sepe, il Presidente Italferr Riccardo Monti e il Magistrato Sergio Zeuli.
Focus d’attenzione durante l’incontro culturale è stata la presentazione del libro, in anteprima nazionale, della giornalista e blogger Januaria Piromallo: “Te la do io la Svizzera! Heidi non abita più qui”.
L’evento si è, infine, concluso con l’intervento della famosa artista Minya Mikic, vincitrice di diversi concorsi internazionali, e presente con i suoi lavori presso la sede del Parlamento Europeo, la quale in quest’occasione ha inaugurato la sua mostra Minya Gapscape – State of Art – ITALIA, con alcune delle sue opere più belle.
L’avvocato Famiglietti, distintosi in questi anni per un grande impegno con l’Istituto da lui fondato nella promozione della cultura e delle arti, ha concluso: “Abbiamo voluto omaggiare chi come il Cardinale Sepe ha svolto una preziosa ed infaticabile attività pastorale nella nostra città. Da lui ci perviene non solo un esempio ma anche un monito per continuare su questa strada. L’istituto si pregia della vicinanza che il Cardinale ha sempre manifestato verso le nostre iniziative, tutte di grande pregio e di qualità, umana, culturale e spirituale”.
IMG_3241 IMG_6647 IMG_6661
FacebookTwitterGoogle+Google BookmarksCondividi

“Il Futuro del Disabile con il Dopo di Noi”

8 Nov , 2017,
ICM
No Comments

Articolo del 15-11-2017 ROMA

IMG_6339-10-11-17-09-45 IMG_6340-10-11-17-09-45 IMG_6341-10-11-17-09-45 IMG_6342-10-11-17-09-45 IMG_6343-10-11-17-09-45 IMG_6345-10-11-17-09-45 IMG_6346-10-11-17-09-45 IMG_6347-10-11-17-09-45 IMG_6353-10-11-17-09-45 IMG_6354-10-11-17-09-45 IMG_6355-10-11-17-09-45 IMG_6357-10-11-17-09-45 IMG_6361-10-11-17-09-45 IMG_6363-10-11-17-09-45 IMG_6364-10-11-17-09-45Il Presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale, l’avvocato Gennaro Famiglietti, Console Onorario della Repubblica di Bulgaria e  Coordinatore Nazionale della Fenco,

è lieto di invitare la S.V.

al Convegno “Il Futuro del Disabile con il Dopo di Noi”

che si terrà il giorno 10 novembre 2017  alle ore 17:30 presso Palazzo Arlotta, alla via Chiatamone 63.

Per esigenze di rigido protocollo, si prega di dare conferma di partecipazione.

 

 

 

 

 

Convegno “Omeopatia e Obesità”

2 Nov , 2017,
ICM
No Comments

 

Il Presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale, l’avvocato Gennaro Famiglietti, Console Onorario della Repubblica di Bulgaria e  Coordinatore Nazionale della Fenco,

è lieto di invitare la S.V.

alla presentazione del progetto  “Omeopatia e Obesità”

che si terrà il giorno 18 ottobre  alle ore 16:00 presso Palazzo Arlotta, alla via Chiatamone 63.

 

 

Covengno Omeopatia e Obesità (1) Covengno Omeopatia e Obesità (2) Covengno Omeopatia e Obesità (3) Covengno Omeopatia e Obesità (4)

IMG_5856-18-10-17-06-58 (1) IMG_9961 IMG_9973 IMG_9982 IMG_9980 IMG_9964 IMG_5855-18-10-17-06-58 (1) IMG_9982 (1) IMG_9973 IMG_9977 IMG_5850-18-10-17-06-58 (1) IMG_5848-18-10-17-06-58 (1) IMG_9964

Progetto “NO ICTUS”

Nov , 2017,
ICM
No Comments

Il Console Onorario di Bulgaria, l’avvocato Gennaro Famiglietti, Presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale e  Coordinatore Nazionale della Fenco,

è lieto di invitare la S.V.

alla presentazione del progetto  “NO ICTUS”

Che si terrà nella giornata di oggi, 4 ottobre, alle ore 16:30 presso Palazzo Arlotta, alla via Chiatamone 63.

Intervengono:

Marin Raikov, Ambasciatore di Bulgaria in Italia

Gaetano de Donato, Governatore emerito del Rotary

L’occasione è particolarmente gradita per informare che il Console Onorario di Bulgaria Gennaro Famiglietti, nella recente assemblea della Federazione Nazionale dei Consoli, tenutasi a Roma alla presenza del ministro degli affari esteri On. Angelino Alfano, è stato rieletto Coordinatore Nazionale per un altro triennio.

 

 

 

NO ICTUS – articolo del Roma 6-10-2017

 

IMG_9780

Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando all’Istituto di Cultura Meridionale

18 Lug , 2017,
ICM
No Comments

Lo scorso giovedì 22 giugno, l’Istituto di Cultura Meridionale, nonché lo Studio Legale Famiglietti, è stato protagonista di un evento di indiscusso rilievo che ha visto la partecipazione di oltre 300 persone, tra magistrati, consoli, giornalisti ed alti rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali.

Ospiete d’eccellenza, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, che con la sua presenza ha onorato la conferenza organizzata dal Presidente dell’Istituto, Avv. Gennaro Famiglietti, e moderata da Massimo Milone (Direttore Rai Vaticano) in occasione della presentazione della prima uscita del libro di Antonio Mattone “E adesso la palla passa a me. Malavita, solitudine e riscatto nel carcere” .

L’Avvocato, nei saluti introduttivi, ha voluto fortemente ringraziare l’autore del libro – Responsabile della Comunità di Sant’Egidio per le carceri in Campania – perché con “il suo impegno, la sua passione, la sua fede ed il suo operato” rende migliore la città di Napoli e “l’esistenza di chi ha smarrito il cammino” contribuendo a condurre una “battaglia culturale” che dia nuovo vigore a quei diritti che la Costituzione Italiana riconosce alla persone sottoposte a misure detentive.

L’Avv. Gennaro Famiglietti ha voluto evidenziare come la partecipazione del Ministro sia un segno tangibile non solo dell’importanza dell’iniziativa ma anche dell’impegno profuso dal Governo nell’affrontare la drammatica situazione dei detenuti sebbene si tratti di “una questione decisamente impopolare“. Nel suo discorso, inoltre, ha esortato la politica a riportare “sempre di più il confronto ad un livello sano e rispettoso, volto all’approvazione di leggi eque e lungimiranti” ed ha rivolto i suoi più sentiti complimenti al Ministro Orlando, cui ha manifestato il suo “vivo incoraggiamento e plauso per il lavoro svolto” anche con “la Riforma recentemente approvata perché muove i passi nella giusta direzione“.

Il Ministro Orlando, nel suo breve ed appassionati intervento, ha accolto l’esortazone dell’Avvocato Famiglietti, riconoscendo come troppo spesso la politica abbia usato il carcere come “radice di facile consenso” e dunque come strumento attraverso il quale compiere un “esorcismo sociale” con cui arginare – e dunque, non curare – quelle situazioni di disagio e marginalità quali la tossico dipendenza, l’immigrazione e, talvolta, la povertà. Il Ministro ha poi manifestato l’intenzione, intrapresa con la convocazione degli Stati Generali, di avviare una discussione condivisa tra le istituzioni e le parti sociale che tenga contro della “complessità sociale” del fenomeno e che riporti all’interno del carcere il senso di umanità che leggiamo nella nostra Costituzione, proprio all’art. 27.

Il Magistrato Francesco Cascini (già Presidente ANM) ha illustrato brillantemente ad un folto ed interessato pubblico le varie funzioni che nel corso del tempo sono state attribuite alla pena detentiva, auspicando una “giustizia penale equa e distributiva capace di ricucire il tessuto sociale” e riparare “il conflitto e la frantumazione” che inevitabilmente si innesta tra vittima e carnefice.

Don Raffaele Grimaldi (Ispettore generale dei cappellani delle carceri italiane) ha condiviso con i presenti in sala la propria esperienza ventennale negli istituti di pena di Secondigliano e Poggioreale, raccontando come molto spesso i volontari che operano nelle carceri incontrino numerose difficoltà nel far comprendere al prossimo la loro missione. Don Raffaele, ha concluso il suo intervento affermando che il lavoro dei volontari può essere compreso sino in fondo solo “chinandosi sull’altro, sporcandosi le mani per accogliere le lacrime e lenire la solitudine“.

Disincantato e senza filtri il Direttore de Il Mattino, Alessandro Barbano, il quale, non senza amarezza, ha “confessato” di considerare “perduta” la battaglia sui diritti dei detenuti perché “una battaglia di minoranza, frutto di sforzi impossibili” che, tuttavia, proprio perché tali vanno lodati. Pur esprimendo apertamente le proprie perplessità in merito al provvedimento del Governo, il giornalista ha mostrato di apprezzare l’impegno del Ministro nell’approvazione della Riforma dell’Ordinamento Penitenziario perché ha avviato un processo di umanizzazione del sistema detentivo che è necessario per salvaguardare la democrazia del nostro Paese.

IMG_9780 IMG_9740 IMG_9670 IMG_9725 IMG_9722 IMG_9845

Presentazione del libro “La svolta di Francesco Cossiga. Diario di un Settennato (1985 – 1992)” di Ludovico Ortona e conferimento del premio People for Culture and Peace alla memoria di Francesco Cossiga

6 Giu , 2017,
ICM
No Comments

IMG_0301 IMG_0305 IMG_0316 IMG_0326 IMG_0335 IMG_0348 IMG_0371 IMG_0374 IMG_0382 IMG_0398 IMG_0420 IMG_0423 IMG_0443 IMG_0459 IMG_0464

Il compianto Presidente della Repubblica, Francesco Cossiga,  è stato il protagonista del prestigioso incontro tenutosi presso la sede partenopea dell’Istituto di Cultura Meridionale (Palazzo Arlotta), lo scorso mercoledì 31 maggio. Alla sua memoria il Presidente dell’Istituto, l’avvocato Gennaro Famiglietti, ha voluto conferire il premio People for Culture and Peace che nella precedente edizione, aveva consegnato personalmente al Presidente e Premio Nobel per la Pace, Lech Walesa, in occasione di un convegno internazionale di altissimo valore ed alla presenza di pregiatissime autorità italiane e straniere.

L’occasione è stata la presentazione del libro dell’Ambasciatore Ludovico Ortona, dal titolo “La svolta di Francesco Cossiga. Diario del Settennato (1985 – 1992)”, all’epoca capo dell’ufficio stampa al Quirinale.

Gli illustri ospiti intervenuti hanno condiviso con un pubblico numeroso e altamente qualificato, i ricordi personali e le memorie storiche legate a quei sette anni che hanno rappresentato un punto di “svolta” (sotto alcuni aspetti, mancata) anche per il nostro Paese, e non solo per Francesco Cossiga, così come viene egregiamente tratteggiato nel libro.

L’autore, nel suo intervento, ha voluto ricordare la genialità del Presidente nella sua capacità di interpretare i grandi eventi che stavano accadendo non solo nel mondo ma anche nella politica interna italiana. Ed a proposito dello scenario nazionale, Vincenzo Scotti, già ministro degli Affari esteri e dell’interno, ha ricordato come Francesco Cossiga fosse determinato a condurre il Paese verso un cambiamento perché potesse affrontare i terribili eventi che avrebbero scosso in seguito la Prima Repubblica, e di cui, con grande lungimiranza, ne aveva interpretato i segnali.

Al dibattito, hanno contribuito gli interventi appassionati e commossi del Senatore, Luigi Compagna, dei giornalisti quirinalisti, Luciano Lombardi e Pasquale Chessa, e del Prefetto Enzo Mosino, in quegli anni capo della sicurezza del Quirinale e tra gli uomini più legati e più vicini al Presidente Cossiga.

Antonio Manzo, cui è stato affidato il ruolo di moderatore dell’incontro, ha definito il diario di Ortona “uno straordinario vocabolario alla memoria” e dunque uno strumento utile non solo per la “ricerca storiografica, ma anche un ponte per ricostruire la vita istituzionale di Cossiga” e riconoscergli, finalmente, i meriti e la gratitudine dovuti.

E’ con questo spirito che il Presidente dell’Istituto, l’avvocato Gennaro Famiglietti, ha voluto omaggiare il Presidente Cossiga. Nei saluti introduttivi, ricordando come Cossiga, in più occasioni, abbia partecipato  agli eventi ed ai convegni organizzati presso la sede partenopea dell’Istituto, ha affermato di condividere con l’Ambasciatore Ortona gli stessi “sentimenti di stima e devozione” nei confronti del Presidente della Repubblica. L’avvocato ha inoltre sottolineato le innegabili doti di intelligenza, imparzialità e coraggio che hanno caratterizzato la persona di Cossiga e la sua “battaglia personale” condotta spesso “contro tutto e tutti” per consegnare al Paese una Costituzione moderna, in grado di fronteggiare gli appuntamenti con la storia.

unnamed 2

VISITA DELLA DELEGAZIONE DELLA FEDERAZIONE RUSSA A NAPOLI – 23/05/2017

26 Mag , 2017,
ICM
No Comments

Una prestigiosa e qualificata delegazione della Federazione Russa, guidata dal Direttore dell’ICE di Mosca, dott. Pier Paolo Celeste, alla presenza del Vice Ambasciatore dell’Ambasciata Italiana  a Mosca, dott. Niccolò Fontana, ed delle massime autorità in rappresentanza delle Regioni Russe (Vadim TRETYAKOV, per la  Regione di Sverdlovsk, Insaf GALIEV, per la Repubblica del Tatarstan, Anatoly LOBKO, per la Regione di Chelyabinsk, Igor KOROTKIY, per la Regione di Samara, Yulia KIREICHEVA, per la Regione di Penza) è stata ospitata dal Console Onorario di Bulgaria, Avv. Gennaro Famiglietti, presso la Federazione Nazionale dei Consoli e sede dell’Istituto di Cultura Meridionale, da lui presieduto, in Via Chiatamone (Palazzo Arlotta). L’Avvocato, nel dare il benvenuto agli illustri ospiti, ha esposto la missione dell’Istituto e della Federazione che promuove iniziative diplomatiche – consolari finalizzate ad agevolare e consolidare i rapporti tra l’Italia e gli altri Paesi, con particolare riferimento alla cultura, alla ricerca scientifica, al turismo ed alle attività di impresa.

In seguito, la delegazione, guidata dall’Avv. Famiglietti, ha partecipato all’evento organizzato da Maurizio Aiello in occasione del nono anniversario della rivista I’M MAGAZINE, salutando i numerosi ospiti presenti, primo fra tutti il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris che ha accolto con grande favore l’instaurarsi di sempre più proficue relazioni.

 

unnamed

 

unnamed 3

 

IMG_20170523_231743 (2)

3

“Alla luce del sole. Contro lo sfruttamento dei nuovi schiavi”

Mag , 2017,
ICM
No Comments

Alla luce del sole. Contro lo sfruttamento dei nuovi schiavi” è il titolo del convegno tenutosi lo scorso venerdì 19 maggio a Palazzo Arlotta, Via Chiatamone 63 (Napoli), organizzato dall’Istituto di Cultura Meridionale in collaborazione con il Movimento Cristiano Lavoratori e la FE.N.CO.

Numeroso ed altamente qualificato il parterre di ospiti intervenuti – rappresentanti delle Istituzioni, delle Forze dell’Ordine e delle realtà associative locali, che hanno illustrato ad una folta ed interessata platea, le dimensioni e l’attualità del fenomeno del capolarato, delle sue conseguenze economiche, sociali e politiche e delle possibili manovre di intervento. A moderare l’incontro, il giornalista RAI, Franco Di Mare.

L’Avv. Gennaro Famiglietti, Presidente dell’Istituto, nel suo discorso introduttivo, ricordando come “alle vittime delle nuove ed antiche schiavitù” si sia rivolto Papa Francesco nel recente messaggio pasquale, ha affermato che “il lavoro deve necessariamente essere compatibile con la dignità, e l’uomo ne deve rappresentare il criterio di giudizio e che ciò sarà possibile solo rovesciando la scala di valori che la nostra società e il nostro agire quotidiano“.

5116417108

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GERUSSIA. L'ORIZZONTE INFRANTO DELLA GEOPOLITICA EUROPEA

Dibattito in occasione presentazione del libro di S. Santangelo “Gerussia. L’orizzonte infranto della geopolitica europea”.

13 Mar , 2017,
ICM
No Comments

Grande partecipazione per l’importante dibattito tenutosi lo scorso giovedì 9 marzo presso le sale dell’Istituto di Cultura Meridionale in occasione della presentazione del libro di Salvatore Santangelo, dal titolo “Gerussia. L’orizzonte infranto della geopolitica europea” seguito dalla redazione Julie News. Foltissima, inoltre, la presenza di giornalisti, provenienti da più parti dell’Italia, anche dal Nord, ai quali il convegno attribuiva 4 crediti per la formazione obbligatoria.

Preziosi gli interventi degli ospiti, tutti introdotti dall’avv. Gennaro Famiglietti, Presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale, il quale nel suo discorso di benvenuto ha sottolineato come “…in un contesto pacifico, l’Italia – e l’Europa in generale – deve recitare un ruolo di primo piano, trovando la giusta intermediazione fra lo spirito tedesco e quello russo. Il nostro paese ha dimostrato di avere la possibilità di farlo, con le sue indiscusse doti di accoglienza e tolleranza”.

 

 

lintervento-del-console-avv.-Gennaro-FamigliettiSalvatore-Santangelo-autore-del-libro-GeRussia

dav

Presentazione-del-libro-GeRussia

Gerussia-sala